Collegamenti sponsorizzati

agevolazioni ristrutturazione

Nuove agevolazioni per la ristrutturazione degli immobili: rinnovare casa conviene!

Articolo aggiornato il 24-03-2014 alle 17:56

Il recente accordo tra Cassa Depositi e Prestiti e Associazione Bancaria aumenta le agevolazioni per la ristrutturazione degli immobili, opzione sempre più diffusa in tempi di crisi del mercato immobiliare e di difficoltà per chi vuole accendere mutui per l'acquisto. Vediamo quali sono gli incentivi e come chiedere un finanziamento per sostenere le spese di ristrutturazione.
 
Nuove agevolazioni per la ristrutturazione degli immobili: rinnovare casa conviene! Collegamenti sponsorizzati
I dati del 2014, sul mercato immobiliare e sui prodotti finanziari ad esso collegati, sono inesorabili: -20% di compravendite (secondo l'Agenzia del Territorio) e -47% di richieste di mutuo. I motivi, ovviamente, sono molteplici e tutti legati al protrarsi della crisi economica e finanziaria. Il dato relativo alle richieste di finanziamento per ristrutturare casa, invece, è assolutamente in controtendenza e non mostra flessioni, con un 13% sulle richieste totali di prestito, e tutto lascia supporre che sia destinato, anzi, a crescere. Sembra insomma che gli italiani, visto il momento poco propizio per gli acquisti, abbiano deciso di investire per aumentare il valore degli immobili in loro possesso, o di risparmiare, sistemando la vecchia casa piuttosto che acquistarne una nuova. 
Le nuove norme che riguardano le agevolazioni per la ristrutturazione sono destinate ad assecondare questa tendenza. Le detrazioni Irpef sui lavori di ristrutturazione passano infatti dal 36% al 50%, fino ad un massimo di 96mila euro (prima erano 48mila).  A parte l'innalzamento della quota deducibile, restano valide tutte le altre regole, dalla rateizzazione in dieci anni del bonus, all'elenco delle opere agevolabili contenuta all'articolo 16-bis delT.U.I.R., inserito nel testo unico, e dall'articolo 4 del Dl 201/2011. Potranno quindi essere detratte: spese per manutenzioni straordinarie, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia su singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali, e sulle loro pertinenze (anche per manutenzioni ordinarie di parti comuni condominiali).
Se, per effettuare gli interventi di ristrutturazione, avete bisogno di accendere un mutuo, dovete sapere che la maggior parte degli istituti di credito (ma non tutti!), dispone di prodotti ad hoc che finanziano fino al 100% delle spese da sostenere. Per accedere a questi finanziamenti, oltre ai documenti reddituali e patrimoniali necessari per qualsiasi tipologia di mutuo, dovrete presentare un preventivo dei lavori e, se si tratta di interventi straordinari o "grandi opere", progetto edilizio, concessione edilizia e DIA (dichiarazione inizio lavori). La banca, poi, invierà un perito per valutare il valore dell'immobile, in base all'impatto finale della ristrutturazione, e su quel valore verrà calcolato il finanziamento. Quello a cui dovete fare attenzione è la tempistica dell'erogazione del finanziamento! Spesso questa avviene in due o tre tranche, ognuna preceduta da verifica sullo stato dei lavori... tuttavia, fino a che la banca non ha erogato il 100% del finanziamento, il mutuatario pagherà interessi passivi di preammortamento, che sono detraibili, ma anche evitabili! 
In questo senso segnaliamo il mutuo ristrutturazione di Unicredit, erogabile in un'unica soluzione. Da una comparazione fatta tramite un comparatore di mutui online, invece, l'offerta più interessante, ci è sembrata quella di Webank. Calcolando un mutuo a tasso variabile, attualmente l'opzione più conveniente, risulta essere la banca che applica lo spread più basso (sotto il 3%) e soprattutto non ci sono spese di perizia e istruttoria.
Insomma "Casa nuova, vita nuova!"... ma se non possiamo permettercela, casa "rinnovata" è un'ottima soluzione, soprattutto potendo contare su agevolazioni sulla ristrutturazione come quelle entrate in vigore il 26 giugno e su una buona disponibilità delle banche a concedere credito!  
Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati


Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta