Collegamenti sponsorizzati

anatocismo bancario

Anatocismo bancario: via ai Rimborsi

La sentenza 21095/2004 della Corte di Cassazione ha definitivamente sancito l’illegittimità dell’applicazione di interessi anatocistici nei rapporti di conto corrente bancario. In questa pagina vi proponiamo una breve spiegazione del concetto di anatocismo e vi forniamo alcuni link interessanti per chi ha intenzione di attivare una richiesta di rimborso di somme indebitamente pagate a titolo di interesse anatocistico. 

Anatocismo bancario: via ai Rimborsi Collegamenti sponsorizzati

L’anatocismo si configura come calcolo degli interessi sugli interessi, ossia l’applicazione di un tasso d’interesse su somme di denaro dovute originariamente a titolo di interesse, ma in seguito capitalizzate, vale a dire sommate al capitale residuo da restituire. Per questo si parla dell’anatocismo come dell’applicazione di un interesse composto. La legge autorizza il pagamento degli interessi legali sulle quote di debito (capitale e interessi), solo se non sono state regolarmente pagate a scadenza. In particolare, l’articolo 1283 del codice civile afferma che gli interessi scaduti, in assenza di usi contrari, possono produrre a loro volta interessi, ma solo dal giorno della domanda giudiziale o per effetto di convenzione posteriore alla loro scadenza, sempre che si tratti di interessi dovuti almeno per sei mesi.
Pur essendo quindi considerato illegale, ai sensi del codice civile nonché dalla normativa comunitaria, che proibisce la capitalizzazione degli interessi, e anche dalla Corte Costituzionale italiana, con la Sentenza 425 2000, l’anatocismo è stato ed è applicato da banche e istituti di credito nella gestione dei rapporti di conto corrente, all’interno di alcune formule quali ad esempio: calcolo trimestrale di interessi su saldi contabili già comprensivi di quote interessi precedentemente addebitate; commissioni di massimo scoperto; operazioni sui giorni di valuta con posticipo delle date dei versamenti e anticipo delle date dei prelievi da conto corrente. L’applicazione di interessi anatocistici è un illecito amministrativo, privo di risvolti penali, per il quale è prevista come sanzione il rimborso delle somme ingiustamente estorte, con relativi interessi legali. Se desiderate avere approfondimenti in tema di anatocismo o sapere se siete vittima di anatocismo bancario, su Anatocismobanca.it potete trovare alcune sentenze su casi di anatocismo bancario e una guida su come difendersi dal caro interessi, mentre se siete intenzionati a passare alle vie legali, Lmlab e Studio Tanza valutano la vostra situazione finanziaria e vi offrono assistenza per effettuare una richiesta di rimborso di interessi anatocistici indebitamente pagati alle banche. Se invece pensate di essere vittime di usura potete conoscere i vostri diritti e tutele consultando la nostra pagina dedicata alla Legge 108 96.
 

Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati


Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta