Collegamenti sponsorizzati

centrale rischi

Buoni e Cattivi: la vostra storia è nella Centrale Rischi

Avete chiesto un finanziamento senza successo? La vostra richiesta di fido bancario è stata rifiutata? Potrebbe dipendere dalla vostra storia finanziaria, conservata negli archivi delle centrali rischi. In questa pagina trovate una guida per saperne di più su cos’è e come opera una centrale rischi, i link e le informazioni utili per avere accesso ai dati personali contenuti nei sistemi di informazione creditizia.
 

Buoni e Cattivi: la vostra storia è nella Centrale Rischi Collegamenti sponsorizzati

Vi siete mai chiesti come possa una banca o un qualunque altro istituto di credito conoscere la nostra situazione finanziaria e da lì decidere se concederci o no un prestito piuttosto che un fido? La risposta è nella centrale rischi, l'organo deputato alla raccolta di informazioni sulle nostre situazioni finanziarie nei confronti di terzi. Andiamo ora ad analizzare dettagliatamente l'argomento e a capire come si possa controllare la nostra posizione e che cosa una banca reputi importante o meno.

La centrala rischi e le sue dinamiche

Ogni volta che chiediamo un prestito personale, un mutuo, un fido o una carta di credito, la banca che ha erogato il prodotto è tenuta a segnalarlo al Sic, Sistema di Informazioni Creditizie: si tratta in sostanza di un archivio contenente informazioni sui finanziamenti esclusivamente per finalità collegate alla tutela del credito e al contenimento dei rischi. Le informazioni segnalate saranno quindi a disposizione degli operatori finanziari che, per un certo periodo di tempo, potranno controllare la nostra situazione in termini di finanziamenti in corso, grado di solvenza, puntualità del rimborso. I sistemi di informazioni creditizie sono gestite dalle centrali rischi: è la centrale rischi a fornire al sistema bancario e finanziario informazioni sulla posizione creditizia dei clienti che ricorrono al credito, sulla storia e sull’andamento, sia positivo che negativo, dei singoli rapporti di credito. Le centrali rischi italiane sono la Banca d’Italia, per operazioni di importo superiore a 75.000 euro; la Società Interbancaria per l’Automazione (SIA), che opera sotto la vigilanza della Banca d’Italia, per operazioni di importo compreso tra 30.000 e 75.000 euro; le altre centrali rischi private, le quali conservano le informazioni su finanziamenti che non superano i 30.000 euro: tra queste citiamo il Crif, che gestisce il sistema Eurisc, l’Experian e il Ctc. Le centrali rischi operano secondo il Codice di Deontologia per i Sistemi di Informazione Creditizia, che nel 2005 ha disciplinato i tempi di conservazione dei dati acquisiti dalle banche e le regole sulla privacy dei clienti. Il codice prevede tempi diversi a seconda dell’evento considerato: le richieste di finanziamento, ad esempio, vengono conservate per 6 mesi, 1 mese se il finanziamento non è stato poi erogato; vengono conservati per 12 mesi i dati relativi a morosità di due rate, poi sanate, e per 24 mesi le morosità sanate di tre o più rate; i mesi salgono a 36 in caso di morosità, gravi inadempimenti e sofferenze non regolarizzate. I clienti in ogni momento possono richiedere l’accesso alle informazioni personali, l’integrazione o la modifica dei dati archiviati rivolgendosi alle associazioni di consumatori (Adiconsum, Assoutenti, Codacons, Federconsumatori), oppure direttamente alla Centrale Rischi. I Sic non contengono informazioni relative ai protesti, che invece sono gestite dalle Camere di Commercio: se volete saperne di più sulle procedure per richiedere la cancellazione dei protesti potete consultare la nostra pagina Cancellazione Protesti.

Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati


Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta