Collegamenti sponsorizzati

Cessione del quinto inpdap

Cessione del quinto inpdap

Articolo aggiornato il 09-03-2011 alle 11:13

La cessione del quinto INPDAP è una modalità di erogazione di prestiti riservata ai dipendenti statali e pubblici. Si può accedere a questa forma di prestito solo ed esclusivamente se si è iscritti all' INPDAP come dipendenti o pensionati. Il dipendente INPDAP, inoltre, può usufruire delle particolari agevolazioni derivanti dalle convenzioni stipulate da alcuni istituti di credito con l'ente. In questo articolo vi parleremo della cessione del quinto INPDAP e delle sue caratteristiche principali.
Cessione del quinto inpdap Collegamenti sponsorizzati

Il dipendente INPDAP è una categoria agevolata per quel che riguarda il mercato finanziario in quanto dipendente statale. Per i dipendenti INPDAP esiste la possibilità di richiedere una modalità di finanziamento legata all’attività lavorativa che, con un percorso particolarmente agevolato, permette di ottenere un’elevata somma di denaro in prestito. Questo prestito è la cessione del quinto INPDAP.

La cessione del quinto è un prestito personale che non necessità di documenti per giustificare la finalità dell’importo erogato giacché trattasi di un prestito non finalizzato, occorre soltanto essere in possesso di un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Uno dei vantaggi più importanti di questo prestito è la modalità di rimborso. La cessione del quinto INPDAP prevede, infatti, una restituzione attraverso la trattenuta automatica delle rate dallo stipendio del dipendente INPDAP,  una trattenuta che verserà il proprio INPDAP.

Per fare richiesta di una cessione del quinto, i dipendenti INPDAP, devono affrontare un iter molto semplice. Per prima cosa, il richiedente appartenente all’INPDAP, deve farsi rilasciare il certificato di stipendio dal proprio datore di lavoro, in questo caso l’ente previdenziale, e inviarla al proprio consulente finanziario, in allegato ad una copia della carta d’identità e del codice fiscale. Sarà necessario, inoltre, consegnare al consulente le due ultime buste paga.

Il dipendente INPDAP, quando ha scelto la modalità di prestito di cessione del quinto più adatta alle proprio esigenze, procede alla firma del contratto e la pratica sarà notificata all’INPDAP per avviare il prestito tramite cessione del quinto, dopodiché, in pochi giorni, verrà erogato l’importo finanziato e, il mese successivo, comincerà la prima trattenuta in busta paga delle rate mensili.

Occorre dire a questo punto che, anche i dipendenti INPDAP segnalati come “cattivi pagatori” o con protesti possono ottenere una cessione del quinto. Il motivo è che la presenza di un contratto di lavoro a tempo indeterminato funziona come garanzia per l’istituto erogante.

(Per conoscere gli approfondimenti del prestito mutuo vitalizio ipotecario)

Lo Staff PrestitoaStatali.it

Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:



Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta