Collegamenti sponsorizzati

Contributi a fondo perduto per il reinserimento lavorativo di ex dirigenti

Ex dirigente? Ecco i contributi regionali per il reinserimento lavorativo 2014

Articolo aggiornato il 13-01-2014 alle 17:04

Gli ex dirigenti e quadri che non hanno una retribuzione lavorativa regolare da almeno sei mesi e che sono residenti nelle Regioni italiane che rientrano nell'Obiettivo Convergenza possono sfruttare contributi a fondo perduto per investimenti e spese di gestione necessari a finanziare il reinserimento lavorativo o di un bonus assunzionale. Vediamo di cosa si tratta e quali sono le spese ammissibili.
Ex dirigente? Ecco i contributi regionali per il reinserimento lavorativo 2014 Collegamenti sponsorizzati
Contributi per il reinseimento lavorativo di ex dirigenti attraverso la creazione di nuove imprese e autoimpiego
Possono accedere al finanziamento a fondo perduto ex dirigenti e quadri over 50 che non percepiscono uno stipendio regolare da almeno 6 mesi che procedano alla creazione di una nuova impresa, in forma individuale o associata. In particolare, le Regioni contribuiscono alle spese di costituzione e di gestione dell'impresa, debitamente documentate, per finanziare:
- Investimenti in attrezzature e allacciamenti
- Investimenti in beni immateriali
- Fino al 10% di investimenti in ristrutturazioni di immobili
- Materiali di consumo, utenze o canoni di locazione
- Oneri finanziari
Il contributo erogato (al netto di eventuali ritenute di legge) prevede un massimo di 25000 euro per le nuove imprese individuali; fino a 50000 euro per imprese costituite da 2 soci; fino a 75000 euro per imprese constituite da più di 2 soci. 

Contributi per il reinseimento lavorativo di ex dirigenti attraverso il bonus assunzionale
Gli stessi ex dirigenti e quadri, uomini e donne, disoccupati da almeno 6 mesi possono ottenere un contributo all'assunzione in nuove imprese che va dai 5000 ai 28000 euro, se l'assunzione avviene attraverso: 
– contratto di lavoro a tempo indeterminato
– contratto di lavoro a tempo determinato della durata di almeno 24 mesi
– contratto di lavoro a tempo determinato o di collaborazione a progetto per almeno 12 mesi

Come e dove presentare le domande
Le risorse poste a copertura finanziaria dell’iniziativa previste per l’assegnazione dei differenti contributi (bonus assunzionali ed incentivi all’autoimpiego ed alla creazione di impresa), ammontano complessivamente a 9715000 euro. Il termine ultimo per la presentazione delle domande di partecipazione ai bandi è il 31 dicembre 2014. Sul sito Italialavoro.it è possibile inoltrare la richiesta dei contributi e conoscere le graduatorie di ammissibilità alle agevolazioni per ex dirigenti e quadri. La domanda può essere inviata anche attraverso raccomandata a.r. indirizzata ad Italia lavoro S.p.A. - Area Welfare to Work, Via Guidubaldo del Monte 60 - 00197, Roma.
Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Bandi finanziamenti

L'uscita periodica di bandi di finanziamento consente a privati e imprese di ...


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati


Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta