Collegamenti sponsorizzati

Finanziamenti cooperative sociali

D. lgs. 185/00 Titolo I, finanziamenti per le cooperative sociali

I finanziamenti del D.lgs. 185/00 Titolo I si rivolgono alle cooperative sociali di tipo B, cioè quelle di inserimento lavorativo caratterizzate dalla presenza al proprio interno di una quota pari ad almeno il 30% di soggetti svantaggiati. Nell’articolo vedremo in cosa consiste il D.lgs. 185/00 Titolo I, che tipi di finanziamenti vengono erogati e le modalità per chiedere tali finanziamenti.
D. lgs. 185/00 Titolo I, finanziamenti per le cooperative sociali Collegamenti sponsorizzati
Il D.lgs. 185/00 Titolo I si occupa dei finanziamenti per le cooperative sociali di tipo b, quindi composta dal 30% da membri definiti svantaggiati,  invalidi fisici, psichici e sensoriali, tossicodipendenti, alcolisti, ex condannati. La norma si rivolge a giovani che vogliono aprire una nuova cooperativa sociale di tibo b; oppure a soci di una cooperativa sociale di tipo b già esistente.
Qualora si tratti della creazione di una nuova cooperativa essa deve essere nata prima della presentazione della domanda e i soci non svantaggiati devono rispondere ai seguenti requisiti:
-età tra i 18-30 anni con residenta nelle Aree Obiettivo 1, Obiettivo 2, Phasing out e quelle ammesse alla deroga di cui all'art. 87.3c del Trattato UE.
- Se invece si tratta di una cooperativa già avviata  e consolidata, i soci devono essere residenti nei territori di applicazione della legge alla data del 1 gennaio 1999. In entrambi i casi le cooperative devono avere sede legale nelle Aree Obiettivo 1, Obiettivo 2, Phasing out e quelle ammesse alla deroga di cui all'art. 87.3c del Trattato UE.
I finanziamenti  per le cooperative già avviate sono previste nei settori di artigianato, agricoltura, industria, fornitura di servizi alle imprese. Mentre sono esclusi i servizi prevalentemente rivolti alle persone e alle amministrazioni pubbliche,  le iniziative nei settori del commercio, della formazione e dell’assistenza. Inoltre investimenti superiori 516 milioni di euro nuove cooperative; 256 milioni di euro nel caso di cooperative già avviate.
Nel caso di nuove cooperative sono escluse anche le iniziative che non prevedano l’ampliamento della base imprenditoriale, produttiva e occupazionale.
Per usufruire dei finanziamenti  per le cooperative sociali, bisogna presentare un convincente piano d’impresa, business plan nel caso di nuove cooperative o project plan per cooperative già avviate.
Tale progetto serve a spiegare al potenziale partner l’iniziativa che si ha in mente, inoltre un credibile piano economico . Quindi obiettivi, i tempi, tecniche, i costi per la realizzazione del progetto.
Agevolazioni finanziamento cooperative sociali
1 -Per gli investimenti, le agevolazioni vengono erogati attraverso contributi a fondo perduto o mutui con tasso agevolato. Sono considerate ammissibili le spese per il terreno, opere edilizie, allacciamenti, nuove attrezzature, macchinari, altri beni materiali e immateriali ad utilità pluriennale. Non sono ammissibili invece le spese sostenute prima della presentazione
della domanda. Nel caso in cui la domanda sia stata bocciata e si sia provveduto a presentarne
una seconda, sono ammissibili le spese sostenute dopo la prima domanda di ammissione.
2 -Per la gestione, le agevolazioni finanziarie  per le cooperative sociali avvengono sotto forma di contributo a fondo perduto secondo i limiti fissati dall’UE. Le spese ammissibili sono: materie prime, prodotti finiti o somilavorati, servizi tricevuti per la finalità del progetto, oneri finanziari, canoni di leasing e locazione. Non sono ammesse invece oneri relativi al mutuo agevolato e
derivanti da debiti con fornitori, salari e stipendi, tasse e oneri contributivi, rimborsi a soci prestatori d’opera, beni e servizi resi da soggetti che siano stati o siano soci, spese di rappresentanza, viaggi ecc.
Domanda dei finanziamenti per cooperative sociali
Per accedere alle agevolazionioccorre formulare una domanda cheva spedita o consegnata alseguente indirizzo: Progetto Italia SpA c/o Imprenditorialità Giovanile SpA via Campo nell’Elba, 30 00138 Roma.
Alla domanda vanno allegati due copie dell’atto costitutivo e dello statuto della cooperativa, due certificazione di iscrizione alla Camera di Commercio, due certificazione di iscrizione nel registro della Prefettura e nel caso la cooperativa sia avviata due copie del bilancio degli ultimi due anni, due certificazioni che provano che la sede legale si trovi nei territori di applicazione del D.lgs. 185/00 Titolo I e due certificazione che provano che i componenti siano svantaggiati. Nel caso di nuove cooperative: maggioranza assoluta di personale con 18-29 anni residenti nei territori accettati dal decreto, solo soci tra i 18-35 anni residenti nei territori di applicazione della norma.
Per magiori informazioni consultare il portale di Invitalia o chiamare il numero verde 800264525

Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati


Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta