Collegamenti sponsorizzati

finanziamenti innovazione tecnologica

Finanziamenti della regione Lazio per l'innovazione tecnologica rivolti a imprese e start up innovative

Articolo aggiornato il 12-10-2012 alle 11:20

La regione Lazio pubblica un bando per nuove imprese innovative “Sostegno agli spin-off da ricerca". E' un'opportunità per beneficiare di finanziamenti per la ricerca e per l'innovazione tecnologica. Ecco i requisiti e le modalità per partecipare al bando.
Finanziamenti della regione Lazio per l'innovazione tecnologica rivolti a imprese e start up innovative Collegamenti sponsorizzati
 La Regione Lazio promuove l’innovazione tecnologica e la ricerca. Questi sono i temi del bando di recente pubblicato per il finanziamento di nuove imprese innovative: “Sostegno agli spin-off da ricerca". Per il bando sono state stanziate risorse pari a 4 milioni di euro, a valere sull'asse I del Por Fers Lazio (finanziamenti per la ricerca e l'innovazione) per le imprese e le Start Up innovative.  
Possono beneficiare del finanziamento Piccole e Medie Imprese (PMI) e Start Up innovative da costituirsi come società di capitali con sede operativa nel territorio della Regione Lazio, costituite in maggioranza da giovani under 35 e/o da donne, laureati in materie tecnico-scientifiche. Inoltre deve essere dimostrabile l’impegno in attività di ricerca: almeno il 25% del capitale sociale  sia detenuto da soggetti che abbiano ricevuto una borsa di ricerca o altra forma di sostegno equivalente, attinente al progetto di impresa oggetto della domanda oppure sia presente un accordo con Università e/o Organismi di Ricerca per lo sfruttamento dei risultati di una ricerca da questi condotta; o anche che la maggioranza dei soci e del capitale sociale appartenga al mondo della ricerca.
Saranno finanziati progetti che sviluppano idee innovative. Gli incentivi per i giovani imprenditori (si tratta di finanziamenti a fondo perduto) copriranno i costi per le attività di avvio dell’impresa e quelli per investimenti materiali ed immateriali.
Ecco allora gli investimenti ammissibili: impianti, macchinari, attrezzature, strumenti informatici, brevetti, licenze, servizi, prestazioni specialistiche, retribuzione del personale dipendente (inclusi i soci lavoratori), canone di locazione della sede operativa, le utenze.
I finanziamenti per le nuove imprese  sono previsti nella misura dell’80% per progetti di importo minimo pari a 35.000 euro, mentre il contributo massimo arriva ai 150 mila euro. 
E’ possibile accedere ai finanziamenti presentando domanda per via telematica fino al 30 giugno 2013.
Tutte le informazioni sono disponibili sul sito internet della Filas spa – Finanziaria Laziale di sviluppo, con sede a Roma,  via della Conciliazione, 22. Per contatte Filas, ecco il recapito telefonico: 06 328851 e l’emai: info@filas.it 
Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Fondo perduto giovani

Per ottenere il contributo a fondo perduto c'è bisogno di soddisfare alcuni ...

Finanziamenti Imprese

Le opportunità di agevolazioni e contributi offerte dalle leggi comunitarie, ...


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati


Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta