Collegamenti sponsorizzati

prestiti coop

I prestiti Coop

Articolo aggiornato il 10-07-2012 alle 10:27

 La Coop promuove una forma di prestito sociale attraverso la quale i soci cosiddetti “prestatori” versano alla cooperativa i propri risparmi che vengono utilizzati per finanziare la cooperativa stessa, ma anche per fare prestiti ad altri soci a tassi agevolati. Di seguito una panoramica delle caratteristiche di questo tipo di prestiti e una riflessione sui vantaggi e gli svantaggi ad essi collegati.
I prestiti Coop Collegamenti sponsorizzati
Il prestito sociale Coop consiste nell’apertura di un libretto di risparmio nominativo su cui si può versare da una qualunque cifra minima fino a 33.583 euro, tetto massimo fissato dalla legge. Il denaro così raccolto viene utilizzato dalla cooperativa per finanziare le proprie attività, ma anche per agevolare i soci in condizioni economiche più sfavorevoli, offrendo prestiti a tassi vantaggiosi.Il libretto può essere aperto nei punti Coop presentandosi con un documento di identità e il codice fiscale, a patto di essere soci da almeno tre mesi e maggiorenni. Lo stesso socio può disporre di più libretti, purché le somme depositate nel complesso non superino l’importo massimo citato sopra.
Il libretto non ha costi di apertura e chiusura, né costi per le operazioni: il prelievo e l’estratto conto sono gratuiti e il versamento si può effettuare tramite contanti o assegno (circolare o bancario). Per versare e prelevare è sufficiente rivolgersi ai punti vendita della propria cooperativa muniti di libretto e documento di identità. In caso il titolare sia impossibilitato ad effettuare operazioni può autorizzare tramite delega un altro socio Coop. 
Al prestito sociale è collegata la possibilità di abilitare la carta Socio Coop al pagamento della spesa: si paga la spesa tramite la propria tessera socio (protetta da un apposito pin di sicurezza) e l’importo viene addebitato sul libretto il mese successivo. Alcune Coop prevedono anche, oltre al classico prestito, una forma di prestito vincolato:si può vincolare una somma per un numero stabilito di mesi, ottenendo così tassi di interesse più alti.
Ai clienti prestatori sono inoltre riservate promozioni come buoni spesa, accrediti in denaro o punti sulla Carta Socio, bonus sulla scheda telefonica Coop Voce.

Prestito sociale nei supermercati Coop: condizioni economiche
 
Le condizioni economiche e i tassi di interesse applicati variano in base alle diverse Coop territoriali (Adriatica, Centro Italia, Estense, Coop Consumatori Nordest, Unicoop Firenze, ecc.). Per farsi un’idea delle condizioni, oltre ovviamente a consultare i fogli informativi disponibili nei punti vendita, si può controllare il portale della Coop all’indirizzo www.e-coop.it. Da qui si accede alle pagine o ai siti specifici delle Coop territoriali, dove reperire tutte le informazioni necessarie e costantemente aggiornate.
Sul sito della Coop Centro Italia ,ad esempio, nella sezione “Prestito sociale” dell’area “Socio Coop centro Italia”, è disponibile un pratica brochure da scaricare, oltre a materiale informativo diversificato per il prestito vincolato e non vincolato. Materiale informativo in pdf è reperibile anche nella pagina della Coop Consumatori Nordest nella sezione “prestito sociale”. Sul sito della Coop Adriatica dall’area “Servizi” si accede alla voce “Coopciconto” nella quale si trovano i recapiti utili a cui chiedere informazioni.
 
Prestiti Coop: vantaggi e svantaggi
 
I prestiti Coop presentano sicuramente dei vantaggi in termini di praticità, se si pensa alla possibilità di effettuare le operazioni alla cassa del supermercato durante l’apertura, quindi anche la domenica (dove previsto), di pagare  la spesa direttamente con la propria Carta in tutti i punti vendita  della cooperativa di cui si è soci, oltre ai vantaggi accessori come promozioni o bonus per la raccolta punti. E da non sottovalutare, ovviamente, sono i vantaggi economici: i rendimenti sono tutto sommato discreti e le trattenute sugli interessi sono più basse rispetto a quelle sui depositi bancari.
Alcuni però sottolineano i rischi collegati a questo tipo di investimento, che derivano dal fatto di prestare denaro ad un debitore unico e di non avere le garanzie di copertura offerte da libretti bancari o postali. Come sempre in questi casi, prima di scegliere è bene valutare tutte le opzioni e magari, per quanto possibile, cercare di diversificare gli investimenti.

Sul tema dei prestiti nei supermercati consigliamo di leggere "Prestiti nei supermercati: la nuova tendenza dei servizi bancari delle catene commerciali".
 
Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Finanziamenti viaggi

Un finanziamento può essere utile per permettervi di avviare un'attività, per ...

Prestiti convenienti

Si possono chiedere prestiti per diversi motivi: per acquistare materiali, ...

Prestiti giovani

Alcune banche e finanziarie offrono pacchetti agevolati per prestiti e ...


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati


Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta