Collegamenti sponsorizzati

prestiti per chi è assunto da poco

Il prestito per chi è assunto da poco: la cessione del quinto no tfr

Articolo aggiornato il 13-06-2013 alle 18:46

Per chi è assunto da poco tempo, soprattutto se lavora nel settore privato, ottenere un prestito può rivelarsi un’impresa ardua. Tuttavia, a seconda di dove si lavora e del tipo di contratto in essere, alcuni istituti di credito e agenzie di prestito accettano di finanziare anche questa tipologia di lavoratori. Di seguito alcune informazioni utili sull’argomento e  i riferimenti degli istituti a cui rivolgersi.
Il prestito per chi è assunto da poco: la cessione del quinto no tfr Collegamenti sponsorizzati
Per i dipendenti del settore pubblico o di un’azienda privata la forma più diffusa di prestito personale è quella della cessione del quinto dello stipendio, una forma di finanziamento per cui la rata viene prelevata direttamente dalla busta paga del lavoratore, fino ad un massimo del quinto della retribuzione al netto delle ritenute. Tale forma di prestito è vincolata, oltre che alla valutazione della solidità  dell’azienda presso cui si lavora, anche al trattamento di fine rapporto (TFR) che il dipendente matura nel corso degli anni e che rappresenta una garanzia per l’istituto erogante.
Il problema di chi ha un contratto di lavoro da poco tempo è quello di non aver maturato abbastanza liquidazione da offrire come garanzia. Se per i neoassunti nel settore pubblico questa condizione può non rappresentare un limite, per la maggiore stabilità riconosciuta a enti o aziende che operano nel pubblico, per i dipendenti privati può essere un ostacolo che è stato superato tramite un’apposita modalità di finanziamento: la cessione del quinto no tfr.
 
Cessione del quinto no tfr: come funziona
I presupposti per ottenere un prestito tramite cessione del quinto senza tfr possono variare leggermente in base all’istituto o alla finanziaria erogante, per questo è bene confrontare più offerte per trovare quella che meglio si adatta alla propria situazione. Ci sono in ogni caso dei requisiti comuni da soddisfare. Il primo è, con qualche rara eccezione, quello di essere assunti a tempo indeterminato e di aver superato il periodo di prova. Secondo requisito è quello di avere una minima anzianità di servizio, in genere di almeno tre mesi. Terzo, l’azienda datrice di lavoro deve essere una società di capitali (Srl, Spa, Sapa, Scarl) con almeno 16 dipendenti, questo perché, per chi concede il prestito, le dimensioni di un’azienda, oltre che la sua solidità economica, influiscono sulle garanzie offerte.
L’importo massimo erogabile e le rate variano in base al reddito, ma anche in dipendenza delle assicurazioni rischio vita e rischio impiego applicate dalle finanziarie.
Infine, per richiedere un prestito con cessione del quinto no tfr è indispensabile farsi rilasciare dall’ufficio personale della propria azienda il certificato di stipendio.
 
Prestiti ai neoassunti: a chi rivolgersi
Molte società di intermediazione finanziaria offrono consulenze e preventivi studiati apposta per i neoassunti. Su  Prestitia.it, portale di una società di consulenza e mediazione creditizia, è possibile richiedere un preventivo gratuito per chi è assunto da poco, rispettando le condizioni generali esposte sopra.
Anche 4Credit, società di intermediazione che opera sia on line che tramite una rete di agenzie, applica la formula della cessione del quinto ai neoassunti di aziende Spa, Srl o grandi cooperative (Scarl). Il prestito si può richiedere direttamente on line; l’importo del prestito e l’ammontare della rata sono determinati in base al certificato di stipendio e il tempo massimo per estinguere il finanziamento è di 120 mesi. Per 4Credit la cessione del quinto no tfr può coesistere con altri finanziamenti, ma non con ulteriori cessioni del quinto. L’agenzia finanziaria Financial Consulting prevede prestiti per i dipendenti neoassunti in aziende private di capitale o enti pubblici anche con contratto a tempo determinato. I documenti da presentare per richiedere un prestito sono l’ultima busta paga, il contratto o la lettera di assunzione, un documento di riconoscimento e il codice fiscale. Tutti i contatti e il modulo per richiedere un preventivo sono disponibili sul sito web della compagnia. 
Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Cessione quinto stipendio

La cessione del quinto dello stipendio è una tipologia di prestito rivolta ai ...

Prestiti giovani

Alcune banche e finanziarie offrono pacchetti agevolati per prestiti e ...

Prestiti lavoratori autonomi

I prestiti per lavoratori autonomi sono prestiti concessi a chi opera come ...


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati


Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta